Oggi apriremo questo articolo,parlando di cappelli. I cappelli intesi come copricapo, li troviamo sin dai tempi remoti, con varie forme, in vari popoli e culture. Dai popoli antichi come Greci, Egizi, Romani; fino ad un era più moderna e infine fino a noi e ai nostri giorni. Esistono molteplici varietà di cappelli, eccone alcuni: "bombetta"; "cilindro";  "coppola"; "basco"; "colbacco" e  "homburg".

Noi ci occuperemo di approfondire l'argomento parlando di quelli che rivestono un ruolo di massima eleganza quali: "bombetta", "cilindro" e "homburg".

La bombetta é un cappello rigido di forma bombata da qui origine del nome ed é generalmente di colore nero scuro. Troveremo la bombetta per la prima volta, a metà dell'ottocento, dove ben presto assume un ruolo importante,  infatti quello della sua nascita è un periodo dove la società, propone quasi come obbligo l'uso del cappello sia all'uomo che alla donna. Nella moda maschile è consuetudine abbinarlo all'uso del bastone donando così un maggior senso di eleganza, ma anche di appartenenza ad un ceto sociale di un certo tipo. Parlando di bombetta negli anni successivi  ci viene ad associarlo a varie figure, ad esempio al ministro inglese Churchill, o a vari attori del cinema muto quali:il grande Charlie Chaplin o gli interpreti di Stanlio e Ollio.

Il cilindro è un cappello di forma un pò strana anzi per meglio dire irregolare.

Innanzitutto è un cappello rialzato, quindi con una parte alta, con una tesa larga e con una fascia opaca, esiste anche in forma piu' bassa.

Nasce nel fine settecento, ma solo nell'ottocento viene diffuso il suo uso nell'alta società sino ad arrivare ai nostri giorni e divenire simbolo esemplare di eleganza.

Nei tempi odierni viene indossato solo in eventi importanti, di cerimonia o di gala, come accessorio di abiti formali quali tight o frac.

Un personaggio importante della storia a cui associeremo l'uso del cilindro sarà Abram Lincoln.

L' homburg conosciuto anche con il nome di loggia, è un cappello per occasioni con dress: black tie. L' homburg acquista notorietà nel 1890.

D.P.R.