Diversi studiosi,  tra cui Jeremy Montagnu dell'università di Oxford, asseriscono, grazie ai reperti archeologici, che la musica sia nata prima della parola. Quindi, nella preistoria.

Una stupenda citazione, degna di nota, di Jeremy Montgnu dice, riferendosi alla musica, "suono che trasmette emozioni".

Una delle trasformazioni della musica da ricordare, è  una sua diramazione, o per meglio dire, un'acquisizione di nuova pratica, con l'avvento del cristianesimo, e quindi, la nascita delle melodie religiose. La nascita di veri e propri canti sacri, viene attribuita al Papa Gregorio Magno, intorno al 590 e al 604, con i canti, detti appunto, gregoriani.

Naturalmente la musica ha continuato una lunga e diversificata variazione, fino a giungere alla musica contemporanea. Questa evoluzione, non ha mai tralasciato le musiche e le melodie classiche, che trapassano i tempi e le generazioni.

D.P.R.