Oggi parleremo del “ solstizio d’estate “ in riferimento alla data odierna.

Il solstizio d’estate è il momento specifico di una determinata giornata in cui il sole tocca la massima declinazione, durante il suo moto apparente lungo l’eclittica.

Dobbiamo ricordare che nel mese di giugno il solstizio d’estate avviene solo nell’emisfero boreale e che crea un legame con la voglia di rinascita, come un sinonimo di un nuovo inizio.

Nell’antichità era legato ad alcuni principi della natura e della coltivazione.

Non possiamo parlare di questo evento senza parlare del sito archeologico britannico di “Stonehenge”, poiché in questo giorno, il sole crea uno spettacolo stupendo, quando la sua luce penetra il portale di pietra e posandosi sull’altare al centro del sito delinea una bellissima visione quasi surreale.

Questo giorno, inoltre, ingloba in sé, una serie di leggende, di riti e scritti.

Codesta ricorrenza ha ispirato la straordinaria opera del poeta e scrittore anglosassone William Shakespare: “Un sogno d’una notte di mezza estate” (in lingua originale “A midsummer night’s dream”) del 1595. Sono stati realizzati balletti e varie rappresentazioni. Tra cui nel 1909 è stato creato un cortometraggio muto, diretto da Charles Kent e da James Stuart Blackton.

L’opera teatrale di Shakespare si intrinseca a due argomenti principali quali la magia e il sogno. L’amore/magia durante questa narrazione è fonte di problemi e guai, ma alla fine riesce a risolvere tutto, ed è simboleggiato dal succo del fiore magico. Il sogno viene citato per dare comprensione, a tutte quelle rappresentazioni fantastiche, quali fate, boschi, per così dire, incantati, formule magiche, che altrimenti sarebbe difficile spiegare, poiché apparirebbero strani in una realtà reale.

Questo solstizio 2020, che abbiamo detto sinonimo di nuovo inizio, sia di buono auspicio in questo periodo particolare che il mondo sta vivendo. Che segni una nuova partenza e una nuova coscienza del vivere quotidiano.

D.P.R.