Tanti auguri Roberto Vecchioni!

Oggi creiamo questo articolo, per poter porgere gli auguri ad uno dei più grandi artisti italiani: Roberto Vecchioni. Cogliamo questa opportunità per omaggiare lui, il tanto amato cantautore e non per ultimo, scrittore.

Roberto Vecchioni, a nostro parere è un personaggio straordinario, osservandolo nelle sue varie sfaccettature, quindi sia come uomo, filosofo/professore e come cantautore/scrittore.

In un’intervista di tanti anni fa, ci è capitato sentirgli dire, che “la musica è una costruzione di cuore”, testimonianza che trapela comunque dalle sue innumerevoli interpretazioni.

Citeremo di seguito, solo alcuni dei suo brani, ad esaltare lo spessore emotivo e culturale:

- Sogna ragazzo sogna;

- Ti insegnerò a volare;

- Milady;

- Quest’uomo;

- Chiamami ancora amore;

- Ho conosciuto il dolore;

- Non lasciarmi andare via;

- Luci a San Siro;

- Samarcanda.

Dai suoi brani, traspariscono: la passione per la vita, per l’amore, per i giovani, le mille problematiche che si possono incontrare, ma, nello stesso tempo, la moderazione e l’esperienza per poter discernere il giusto e le varie possibilità per affrontare un’emozione e un dolore. La sua musica, insomma, è un tripudio di sensazioni.

Per illustrare la sua figura completa, non possiamo non citare qualche suo libro, quali:

- Il mercante di luce;

- Il libraio di Selinunte;

- Di sogni e d’amore.

Inoltre, è doveroso ricordare, che è stato presente anche in una fiction e in un film.

Nella sua carriera, il suo prestigio è stato largamente e giustamente riconosciuto con vari premi e onorificenze. Vediamo quali:

- il premio “Tenco”, ricevuto nel 1983;

- “l’Ambrogino d’oro”, ricevuto nel 1985 dal Comune di Milano;

- il premio “Scanno” per la narrativa, ricevuto nel 1997;

- il premio per la pace “Giorgia La Pira”, ricevuto nel 1998;

- la targa “Tenco d’argento” alla carriera, ricevuta nel 2000;

- l’onorificenza dell’Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana, ricevuta a Roma il 2 giugno 2004;

- il premio “Carlo Betocchi” – Città di Firenze alla poesia, ricevuto nel 2010;

- il Venice Music Awards come Premio per l’impegno sociale, ricevuto nel 2010;

- il premio della Critica del Festival della canzone italiana “Mia Martini”, ricevuto nel 2011 con la canzone “Chiamami ancora amore”;

- il premio “Fionda di Legno”, ricevuto ad Albenga nel 2012;

- la cittadinanza onoraria del comune di Mamoiada in provincia di Nuoro, ricevuta il 12 agosto 2013;

- il premio “Lunezia Antologia”, ricevuto nel 2013 per il Musical-letterario del brano “Le rose blu”;

- il premio “Vittorio de Sica”, ricevuto a Roma il 5 novembre 2014;

- il premio Chiara “Le parole della musica”, ricevuto a Varese il 6 novembre 2016.

Ha vinto due festival:

- il Festivalbar nel 1992 con l’album Camper;

- il Festival di Sanremo 2011 con Chiamami ancora amore.

Ora non vogliamo dilungarci oltre, visto che comunque con poche righe, questo personaggio, per la sua grandezza, riesce a narrarsi da solo.

Desideriamo tendere, infine, gli auguri a questo grande artista di immensa saggezza.

"TANTI AUGURI ROBERTO VECCHIONI!"

Non sappiamo se lui mai, leggerà questo nostro articolo, ma con questo scritto è nostro intento, esprimere tutta la nostra ammirazione e stima.

D.P.R.