Era l’alba, finalmente per Philip era arrivata l'ora della partenza, l’ora di intraprendere un viaggio intenso, alla ricerca di ciò che tanto aveva desiderato.

Una brezza mattutina, gli accarezzava piacevolmente il viso, i capelli biondi e ricci giocavano con quel soffio leggero di vento. Con gli occhi chiusi, già viaggiava in uno spazio temporale, rilassante ed impalpabile.

Aveva con sé solo uno zaino, una borsa da viaggio ed il suo inseparabile diario.

Voleva fuggire da tutto ciò, che da tempo, era divenuto pesante, stretto e nello stesso tempo vuoto.

Dopo circa 15 minuti, era arrivato al porto, essendo che dalla sera precedente, alloggiava al Bed and Breakfast vicino all’area di imbarco.

Salito sulla Frank Gold Prestige Marines, i suoi occhi si posarono su quella immensità così unica che era il mare, e lo contemplò a lungo. Dopo un tempo che parve infinito, giratosi si appoggiò con le spalle al parapetto del ponte principale, si mise ad osservare quella moltitudine di persone che gli passeggiavano davanti e dentro di sé, si chiedeva quali fosse la storia di ognuno, questo non per la voglia di impicciarsi, ma, per una conoscenza più profonda della varietà umana con i suoi pensieri e le sue emozioni.

_______________________________________________________________

Il primo giorno era trascorso in fretta, ora mentre mangiava una pizza sulla sdraio della passerella, con il suo diario in mano scriveva:

Caro Diario,

oggi primo maggio, è il mio primo giorno di viaggio, mi sono avviato dopo tanto tempo ad intraprendere il mio peregrinare, verso un paese diverso, o magari una cultura diversa; chissà dove mi porterà il mare?

Quest’oggi, non è successo niente di eccezionale, ma va bene lo stesso, è stata forse una giornata un po’ così, come fosse l’anteprima di qualcosa.

Spero da oggi in poi, di arricchirti con le mie avventure e già, caro Diario, faremo questo viaggio insieme e ci terremo compagnia.

Ho deciso, vado a prendere una coperta, voglio dormire qua a contemplare le stelle.

Tuo, Philip

Un racconto creato da D.P.R.