Oriana Fallaci, nacque a Firenze il 29 giugno del 1929 e morì nella sua città natale il 15 settembre del 2006.

E’ stata una grandissima scrittrice e giornalista italiana e tra le sue tante avventure annovera il primato di prima donna italiana che è stata inviata speciale al fronte.

In futuro ci saremmo comunque occupati di questo grande personaggio di cultura internazionale ma, ne parliamo oggi cogliendo l’occasione del suo anniversario di nascita.

Dopo il diploma di licenza classica, accosta la sua vita, al giornalismo su esortazione dello zio giornalista Bruno Fallaci.

I giornali con cui iniziò la sua carriera furono:

- “Mattino d’Italia Centrale”;

- Il settimanale “Epoca” di Monandori;

- “L’Europeo”.

Alla fine degli anni ’50 si trasferisce nella Grande Mela (New York) e si occupa per un po’ di tempo di cinema e di mondanità tra divi.

Nei primi anni ’60 incomincia a dedicarsi alla stesura di libri ed effettua, così, un cambio di status, da giornalista a scrittrice. Nei suoi scritti riproduce una conversazione mista cuore/anima/realtà molto viva e sentita.

E’ stata una donna ed un’artista non sempre compresa da tutti, molto probabilmente, per la sua complessità e l’umanità in essa racchiusa.

Tra le sue opere, ricordiamo:

- Quel giorno sulla Luna;

- Niente e così sia;

- Lettera ad un bambino mai nato;

- Un uomo.

Non potevamo far a meno di scrivere di lei, perché, è un esempio per ogni scrittore. Oriana Fallaci ha tutta la nostra stima e riconoscenza.

D.P.R.