Caro diario,

stamani a colazione ho conosciuto Peter , un ragazzo un po' strano, ma, di ottima compagnia. Mi ha proposto di scendere con lui e di accompagnarlo a visitare un villaggio vicino e a detta di lui, molto caratteristico.

Ho accettato e devo dire che non mi sono pentito.

Abbiamo iniziato affittando delle bici, sembra che qui siano molto in uso.

Si sono prospettati ai nostri occhi antiche strade, dove si intravedevano nei prati delle stupende girandole colorate, spinte da un filo di vento, che allegre sembravano ti volessero incoraggiare a continuare.

Verso mezzogiorno, ci siamo fermati al limitare della strada, in una casetta di legno, piccolissima e tutta dipinta, a cercare indicazioni. L'anziano proprietario, ci ha invitati a banchettare con lui, con un saporitissimo formaggio e fichi. Abbiamo bevuto un succo d'uva così leggero e fresco, come non ho mai assaggiato.

Ci siamo divertiti ad ascoltare le storielle un po' strambe, dell'anziano signore e, quasi incredibilmente, ci siamo pure riposati in delle amache, dietro la casetta tra il profumo dei fiori all'ombra di grandi alberi.

Ora si è fatto tardi, vado a dormire. Buonanotte.

Tuo, Philip.