Questo ottimo film del 1994, con la regia di Marco Bellocchio, a nostro modesto parere, tratta un argomento profondo, quello di accettare gli altri senza giudicarli e senza manifestare curiosità verso chi è diverso da noi, mantenendo sempre il rispetto verso gli altri.

Il film, il sogno della farfalla parla, infatti, di un giovane attore molto bravo ma, che dall'età adolescenziale per dei motivi non conosciuti, si è chiuso in un mutismo selettivo, che esclude dal linguaggo i normali dialoghi, concentradosi solo nella recitazione.

Il protagonista, Massimo, viene chiamato da un regista a recitare in un film e in questo stesso film, interpreta se stesso. Forse a ribaltare o meglio cambiare tale situazione. A scuotere il protagonista interverrà un fortissimo terremoto. Che sia un terremoto reale e nello stesso tempo interiore?

D.P.R.