Caro diario,

stamani ci siamo svegliati, nei nostri sacco a pelo, al suono melodioso di una voce femminile che cantava "felicità è una farfalla che vola in alto nel cielo e mai cadrà..." ed io e Peter dopo i primi cinque minuti di stupore ci siamo alzati ed avvicinandoci alla simpatica casetta di Joseph, ci siamo trovati davanti un'incantevole sirena che abbiamo scoperto sia la sua giovane nipote.

Dopo aver fatto colazione con questa incantevole creatura e suo nonno, Rachel ci ha allietati con il suono del suo ukulele; devo dire che è davvero brava.

Abbiamo scoperto che per metà anno fa l'hostess, ci ha raccontato molti aneddoti dei suoi viaggi, alcuni molto curiosi e simpatici, ma, Rachel è molto estroversa e ci ha raccontato molto anche di lei, abbiamo appreso così che ha una sorella gemella Jasmine con cui condivide tutto.

Sia io che Peter, siamo rimasti molto colpiti dalla sua simpatia, bellezza, ilarità, e vivacità.

Ci ha servito il pranzo a base di frutta e pesce, su dei tavoli di legno con delle panche rustiche che si trovano poco più avanti. Alla fine del pranzo ci ha stupito ancora con una saporitissima torta alle noci.

Dopo averci promesso di portarci in un posto stupendo, che frequentava da bambina, ha consigliato a me ed a Peter di riposare, poiché avremmo camminato per un bel po'.

Verso le 17,15 dopo aver riempito le borracce con dell'acqua fresca e gli zaini con dei viveri, ci siamo apprestati ad intraprendere il viaggio con Rachel, che fungeva da guida.

Dopo mezz'ora circa, vicino  al chiosco dove ci siamo fermati a bere un fresco succo locale, la nostra compagna di viaggio, ci ha regalato delle pagliette, sicuramente utili per il sole ancora alto, ma, a dire mio e di Peter un po' ridicole.

Ridendo e chiaccherando e con i piedi un po' doloranti, siamo finalmente giunti, dopo esserci addentrati in una fitta vegetazione, al posto tanto elogiato e rievocato dai ricordi di Rachel.

Dopo aver cercato la legna ed acceso il fuoco, abbiamo cucinato e mangiato gli spiedini che ci eravamo portati dietro.

E' stata una giornata meravigliosa, ricca di avvenimenti ed emozioni e dobbiamo dire che siamo stati davvero fortunati ad incontrare questa simpatica ragazza che sprizza voglia di vivere e gioia da tutti i pori.

Ora caro mio amico, sono proprio stanco, vado a coricarmi nel mio sacco a pelo e non vedo l'ora che arrivi domani per raccontarti di questo posto stupendo, Buonanotte!

Tuo, Philip.