Speciale 4 ottobre - San Francesco d'Assisi Patrono d'Italia 

Biografia del Santo

San Francesco d’Assisi, nato ad Assisi 1182 circa, ivi morì il 3 ottobre 1226. Era figlio di ricchi mercanti di stoffe e di spezie.

Nel 1939, precisamente il 18 giugno, fu proclamato, da Papa Pio XII, patrono d’Italia, assieme a Santa Caterina da Siena.

La sua memoria liturgica, per la chiesa cattolica, è celebrata il 4 ottobre.

Nel 1201, partecipò come cavaliere, alla guerra tra Perugia e Assisi. Durante il conflitto, rimase ferito per lungo tempo e fu fatto poi, prigioniero.

Una volta riabilitatosi e aver deciso di tornare a combattere, fece marcia indietro, poiché ebbe la prima apparizione del Signore.

Da qui iniziò la sua totale trasformazione, incominciò, infatti, a ritirarsi nella natura per pregare e a offrire le sue ricchezze ai poveri.

Dopo aver ceduto anche i suoi abiti ed essersi vestito con degli stracci, l’opinione pubblica dell’epoca, considerò i suoi gesti insani; tale giudizio, è stato maggiormente supportato, dal fatto che egli parlasse con la natura e che si mise a curare i lebbrosi.

Si ritirò, infine, a vivere nella Porziuncola che era un’antica chiesa dedicata alla Beata Vergine Maria. In questa chiesa nel 1208, fondò l’ordine dei Frati Minori.  

Recensione film sulla vita del Santo

In occasione, della festività odierna, recensiremo oggi, il film del 1989, dal titolo “Francesco”, per la regia di Liliana Cavani e con la magistrale interpretazione di Mickey Rourke.

Questa pellicola, ci regala i momenti storici della vita del santo, ma, soprattutto, ci trasmette le emozioni e le particolari vibrazioni, dei momenti, dei luoghi e delle vicende narrate, come se tutto fosse avvenuto nel momento in cui avviene la visione.

Recensione canzone ispirata al Cantico delle Creature composto dal Santo

In correlazione alla ricorrenza odierna, recensiremo oggi, la canzone “Fratello Sole sorella Luna” di Claudio Baglioni, ispirato al Cantico delle Creature, composto da San Francesco d’Assisi.

Questo brano è la lode, all’amore puro per eccellenza, quello di Dio. È la riconoscenza per le meraviglie che l’immenso Dio, ci ha regalato e che brillantemente ci circondano, nella totale perfezione.

Frase celebre del Santo

"Signore, fa' di me uno strumento della tua pace".

Concludiamo questo speciale, porgendo gli auguri a tutti i lettori che si chiamano Francesco/a

La Redazione