Le origini dell'albero di natale

Un articolo di Culturaebuonemaniere.it

L'albero di natale è il simbolo natalizio sotto cui mettere i doni e, insieme al presepe è presente in ogni casa, durante le feste relative al natale, fino all'Epifania.

La presenza dell'albero la troviamo già ai tempi dei celtici, dove l'albero, era associato al culto della luce. Rappresentava la speranza in un periodo buio e, nella notte del tredici dicembre, i Celti, invocavano la nascita del sole bambino.

Si narra che, l'albero di natale viene accomunato alla figura di Gesù, come emblema di vita eterna, in relazione alla Trinità, per la forma triangola dell'abete stesso.

Nell'Antica Roma, troviamo i rami di quest'albero, come decorazione durante le calende di Gennaio.

Il primo vero e proprio albero di natale della storia, lo troviamo in Lettonia.

Altre fonti, raccontamo che l'albero di natale, come lo conosciamo noi, è nato a Basilea, in Svizzera, intorno al XIII secolo. Cosa certa è che per moltissimo tempo, rimase un'usanza tipica del nord Europa, dove ha inizio anche la commercializzazione.

Una leggenda che giunge dalla Germania, narra che, intorno al 1611, la duchessa di Brieg, dopo aver ben addobato, per le feste natalizie, il suo castello, ordinò di portare dentro, dal giardino, un maestoso abete e di adornarlo, così da colmare un angolo vuoto.

Nel 1816, l'albero di natale, lo troviamo sontuoso, anche a Vienna, per volere dell'arciduchessa consorte di Carlo D'Asburgo-Lorena.

Nel 1840, invece, viene introdotto in Francia, per mano della Duchessa D'Orleans.

L'ingresso nel nostro stivale, l'albero di natale, lo fa ufficialmente, nella seconda metà dell'ottocento, grazie alla regina Margherita (ossia Margherita Maria Teresa Giovanna di Savoia), consorte di Umberto I, che ne addobba uno bellissimo nel Palazzo del Quirinale, dando al via alla sua diffusione nel nostro territoria, dapprima solo nella società bene, ovvero nella classe nobiliare e alta-borghese.

Solo durante gli anni cinquanta e sessanta del secolo scorso, si diffuse in modo più vasto ed entro definitivamente nella tradizione di ogni famiglia italiana, durante gli anni settanta.

Nella zona di Milano, l'albero di natale si dedica a Sant'Ambrogio e, si allestisce, il sette dicembre, giorno della sua ricorrenza. A Bari, invece, l'albero si usa dedicarlo a San Nicola e, si allestisce il sei di dicembre.

D.P.R.