Quella mattina Gioia si svegliò al suono dolce degli zampognari per strada e con la mente ritornò a quando era bambina e gli andava dietro.

Seguendo la scia di quel suono quasi fatato, si alzò e perse lo sguardo alla finestra poi di colpo, si ricordò che ancora doveva cucinare il dolce e si affrettò a prepararsi.

Pensò di fare la veloce ma, squisita torta di mele che le aveva insegnato Gigi e, la crostata che le aveva insegnato zia; si mise così all’opera.

A mezzogiorno quando aveva finito di cucinare, squillò il telefono ed Emmanuele, con voce felice, le diceva che finalmente sarebbe ritornato a casa o quella sera o al massimo l'indomani.

Gioia, con aria felice, pensò prima di raggiungere i ragazzi per pranzo e di passare dalla chiesetta dove c'era la statua dell’Immacolata.

Arrivata davanti alla statua della piccola madonnina, si sedette in contemplazione, in quel silenzio di pace quasi surreale.

Gioia avrebbe desiderato andare in chiesa, il giorno precedente, come era da tradizione, quando era piccola ma, lei non si sentì molto bene e, quindi la visita era slittata per quel giorno.

Quando uscì dalla chiesa, sentiva una profonda serenità interiore e, con molta calma, si recò da Marika.

Chiacchierò con i ragazzi e, li aiutò a rassettare il salone e la cucina, poi li salutò, poiché doveva andare con gli altri a portare i dolci all’orfanotrofio, al centro per gli anziani e all’associazione per i disabili.

Quella sera era stanca morta e, sazia come era per via dei vari dolci che aveva assaggiato, non volle neanche cenare e tolte le scarpe si sdraiò sul divano.

Ogni riferimento a fatti, persone o cose realmente esistite è puramente casuale. La narrazione di tale racconto è frutto della fantasia degli sceneggiatori/scrittori di Culturaebuonemaniere.it.

Il testo di questo racconto è di proprietà di Culturaebuonemaniere.it e dei suoi sceneggiatori, ne è vietata, pertanto, la riproduzione, modifica, manipolazione o diffusione del presente sotto qualsiasi modo o forma senza lo specifico consenso degli autori.

Copyright © 2020 by Culturaebuonemaniere.it. All rights reserved