Ora legale

Un articolo di Culturaebuonemaniere.it

Oggi parliamo dell’ora solare e dell’ora legale, visto che la notte tra il 27 e il 28 di questo mese (Marzo 2021), cambierà.

Si dice che il primo a parlare di ora legale, fu lo scienziato (oltre che inventore, politico e giornalista) Benjamin Frankilin nel lontano settecento.

Costui sosteneva che con un simile orario, quindi avendo più luce naturale si sarebbe risparmiato in  luce artificiale.

Altre fonti, invece, associano tale teoria a un pensiero di George Vernon Hudson, spostandoci alla fine dell’ottocento, si dice infatti che avanzò tale proposta alla Royal Society della Nuova Zelanda nel milleottocentonovantacinque.

L’Italia adattò l’ora legale nel millenovecentosedici, anche se nel tempo ci fu qualche interruzione.

Da qualche anno nel mondo è aperta una disputa sull’abolizione o il mantenimento dell’ora legale. Dal duemilaventidue ogni paese facendo parte dell’Unione Europea, potrà scegliere se adottare l’ora solare o legale tutto l’anno. In Italia, però, sembrerebbe che resterà il doppio orario e non ci sarà pertanto nessun cambiamento.

L’ora che andrà in vigore tra poco (in primavera) è quella legale mentre, quella che si adotta in autunno è l’ora solare. L’ora solare è da considerarsi naturale, poiché, segue la normale rotazione del sole, invece, l’altra come abbiamo visto è stata creata dall’uomo.

D.P.R.