Colomba Pasquale

Un articolo di Culturaebuonemaniere.it

Tutti a Pasqua mangiamo la tipica “colomba pasquale” ma, probabilmente non ci siamo mai chiesti che origini abbia. Bene, ora lo scopriremo insieme.

Sulla sua origine ci sono tante leggende, tutte ambientate in Lombardia, noi non sappiamo quale sia più attinente ma, ci fa piacere farvele conoscere.

Una versione racconta che intorno al seicentodieci a Pavia (allora capitale Longobarda) la regina Teolinda, avesse ospitato alla sua tavola San Colombiano con un gruppo di pellegrini irlandesi e avesse fatto imbandire la tavola con moltissima selvaggina ma, essendo un periodo quaresimale, il santo trasformò la carne in colombe di pane.

Il secondo racconto che ci giunge, parla di alcuni dolci a forma di colomba, che gli abitanti di Pavia, intorno al cinquecentosettantadue offrirono al re Alboino, salvando la città dai saccheggi.

Una terza versione, invece, parla della battaglia di Legnano e di alcuni pani a forma di colomba appositamente confezionati per rifocillare i soldati della battaglia.

D.P.R.