Storia

A Pasqua sulle tavole imbandite, dopo un succulento pranzo e gli auguri di rito, non può certo mancare la squisita pastiera. Parliamo, quindi, un po’ questo delizioso dolce accennando alle leggende che la circondano.

Una di queste ci racconta che era il dolce sempre presente nelle feste delle sacerdotesse di Cerere, dove insieme alle uova, era sempre offerta come dolce sacrificale, come simbolo di rinascita nei festeggiamenti della primavera.

Un’altra leggenda ci narra, invece, che i napoletani resi contenti e gioiosi del canto della sirena Partenope, che ogni anno a primavera, faceva risuonare le sue bellissime melodie nel golfo di Napoli, le donarono molti ingredienti quali ricotta, grano, farina, zucchero ecc. Partenope li depose ai piedi degli dei, i quali li mescolarono e fecero nascere la pastiera.

Ci giunge un’altra storia ancora, cioè, che la pastiera, una volta assaggiata, abbia fatto sorridere la regina Maria Cristina di Savoia (moglie del re Ferdinando II di Borbone), che pensate che era soprannominata “la regina che non rideva mai”.

Tutte storie bellissime che una volta conosciute ci faranno sognare, ancor di più ad ogni boccone.

Ricetta

Vi presentiamo ora, la ricetta della pastiera napoletana, nella variante dello scrittore Domenico Pio Rizzo. Potrete trovare altre sue ricette all’interno del suo libro “State a tavola con garbo!” disponibile per l’acquisto al seguente link:  clicca qui per vedere il libro su Amazon.it

La ricetta è abbastanza complessa e pertanto si consiglia di preparare le creme il giorno antecedente. L’autore di questa versione, solitamente prepara la crema di grano cotto e il composto di ricotta con lo zucchero il mercoledì santo, la inserisce nel frigo e poi completa la ricetta il giorno seguente.

Ingredienti:

Dosi per 8 persone (stampo da 20 cm)

Per la pasta frolla:

250 gr. di farina 00;

115 gr. di margarina;

80 gr. di zucchero semolato;

20 gr. di miele di zagara;

40 gr. di latte parzialmente scremato;

1 uovo medio;

½ scorza d’arancia;

½ bustina di lievito per dolci;

1 pizzico di sale.

Per la crema di grano:

220 gr. di grano cotto;

80 gr. di latte parzialmente scremato;

20 gr. di miele;

25 gr. di margarina;

1 pizzico di sale;

scorza d’arancia q.b.

Per la restante parte del ripieno:

220 gr. di ricotta vaccina;

130 gr. di zucchero semolato;

20 gr. di miele;

2 uova intere;

1 tuorlo;

scorza d’arancia q.b.

Per guarnire:

zucchero a velo q.b.

Procedimento:

Per la pasta frolla:

Setacciata la farina e il lievito per dolci sul piano di lavoro, disponete le polveri a fontana, inserite il burro, il sale e lo zucchero, iniziate a lavorare il tutto sino a ottenere un composto sabbioso. A quel punto aggiungete il miele, l’uovo precedentemente sbattuto con l’aiuto di una forchetta, il latte e la scorza d’arancia, impastato sino a ottenere un panetto omogeneo. Lasciate riposare in frigo per circa un’ora.

Per la crema di grano:

In un pentolino versate il grano cotto e il latte, con l’aiuto di un cucchiaio in legno, cercate di mescolare i due ingredienti, schiacciando un po’ il grano, in modo di ottenere un composto omogeneo. Aggiungete il burro, il miele, la scorza d’arancia e il sale. Mescolate il tutto e fate cuocere fino a sfiorare il bollore. Durante la cottura, continuate a mescolare in modo che la crema non si attacchi. Una volta pronto, trasferite in composta in una bacinella bassa e larga per farla raffreddare rapidamente.

Per il composto di ricotta e zucchero:

Setacciate la ricotta e lavoratela energicamente con lo zucchero. Quando avrete ottenuto un composto morbido e cremoso, lasciate riposare per circa un’ora in frigorifero.

Assemblaggio:

Dopo che la crema di grano si sarà raffreddata e il composto di ricotta e zucchero ha fatto il suo “riposino” in frigo, unite i due composti e mescolate con l’aiuto di una frusta. Aggiungete il miele, le uova, il tuorlo e la scorza d’arancia e mescolate fino all’uniformarsi del nuovo composto.

Dividete poi il panetto di pasta frolla, precedentemente preparato, in due parti non uguali. Una parte dovrà essere di circa i ¾ del totale. Stendete la parte più grande e mettetela nello stampo. Versate al suo interno il composto.

Stendete la restante parte di pasta frolla e tagliatela in striscioline. Inserite le striscioline sul composto versato nello stampo, formando la classica griglia.

Infornate per 50/55 minuti in forno statico preriscaldato a 180°.

Una volta fredda toglietela dallo stampo, aiutandovi con un piatto.

Spolverizzate la superficie con dello zucchero a velo.

D.P.R.