L’origine del salvadanaio è antichissima, infatti il primo fu ritrovato a Pirene in Grecia (oggi in Turchia) ed è risalente nientemeno al II secolo a.C.

Questo salvadanaio ha una forma davvero singolare e originale per i nostri tempi, ma sicuramente consona all’epoca, in quanto, raffigura un tempio greco.

Anche nel successivo periodo Romano, il salvadanaio ha il suo posto. Più comunemente veniva usata una specie di pentola detta aula, nonostante esistevano dei veri salvadanai, fatti spesso di terracotta e di varie forme. I più belli erano dei piccoli forzieri a forma di tempio.

Nel medioevo, invece, erano usati dei scrigni di metallo, a volte anche con l’apposito chiavistello o lucchetto.

Più avanti nel tempo, presero posto i salvadanai di varie forme e materiali, dal legno fino anche alla latta e alla plastica dei giorni nostri.

Una forma molto diffusa di salvadanaio, è il maialino, considerato per alcuni popoli simbolo di prosperità, abbondanza e buona fortuna.

D.P.R.