Brevi cenni sulle origini della musica

Brevi cenni sulle origini della musica

In questo articolo parleremo della musica e delle sue origini.

La musica nel tempo è diventata parte integrante della vita dell’uomo. A volte addirittura è come se l’animo umano, tramite le emozioni che essa scatena e risveglia in lui, si fondesse con le vibrazioni sonore. Spesso, inoltre, a una canzone o a uno strumentale, il cervello abbina un amore o un evento importante della nostra vita.

La musica, certamente sotto una forma diversa da come oggi noi la conosciamo, è plausibile sia sempre esistita. Si sospetta che essa, intesa come suono o melodia, sia nata prima del linguaggio. Verosimilmente l’uomo ha iniziato a crearla attingendo ai suoni della vita quotidiana e a quelli prodotti dalla natura, quali il canto di un uccello, il rumore del vento nelle fessure di una caverna etc.; secondo tale teoria, possiamo, quindi, indicare i suoi natali già nella preistoria.

Logicamente, i primi strumenti musicali erano molto rudimentali ed erano costruiti con i materiali allora disponibili, come ad esempio i gusci delle noci. Esisteva anche una sorta di arpa di terra che era costituita da una buca con sopra cortecce e filamenti di alberi, i quali, stimolati con un bastone, emettevano suoni.

Un altro strumento di cui si hanno tracce antiche è il flauto. Ne sono stati rinvenuti, infatti, esemplari in vari scavi archeologici. Molto noto è quello recuperato in Slovenia nel 1995 presso il sito di Divjie Babe. Sembra perfino che tale strumento sia ricollegabile all’età Paleolitica.

La musica per sussistere deve essere, generalmente, composta da alcuni elementi fondamentali, tra cui tonalità, pause, melodie, ritmo e tempo. Essa, seguendo l’uomo, si è evoluta di pari passo a lui. È un’impresa quasi impossibile descrivere, in questa sede, tutte le tappe e tutte le sfumature. Quindi, dopo aver precisato che nelle varie epoche è stata protagonista di grandi eventi e di grandi rappresentazioni storiche e letterarie, arriviamo ai giorni nostri. Nella nostra era, l’arte dei suoni si è diversificata. Troviamo, infatti, vari generi, tra cui il pop, il rock, il jazz, il metal, il country, la lirica, la classica e quella folkloristica. La scelta del genere d’ascoltare scaturisce dall’età e dai tratti caratteriali dell’ascoltatore, che spesso segue la propria indole.

Oggi la musica è spesso rappresentata, oltre che con le note e le parole, anche con le immagini, grazie ai videoclip, i quali favoriscono la diffusione della stessa. 

Un famoso premio legato al mondo della musica è il Grammy Awards, mentre un’importante manifestazione canora è il Festival di Sanremo.

Infine, possiamo dire che, dopo vari studi, la musica è oggi usata anche come terapia di rilassamento nella cura di alcune patologie, tale tecnica si chiama musicoterapia.

Domenico Pio Rizzo

Domenico Pio Rizzo, giovane ed eclettico artista calabrese, si divide tra il mondo dell'editoria, il mondo del web e quello del videomaking. Nel maggio del 2020, dopo numerose avventure, lancia un sito web di matrice culturale, Culturaebuonemaniere.it. Ha pubblicato quattro libri, ricoprendo anche il ruolo di editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.